MonthMay 2007

Tracker, le API ed il buzz in rete

Premessa: Tracker è uno strumento di ricerca scritto in C. Ci sono varie interfacce per eseguire la ricerca utilizzando tracker come motore di ricerca che trovate quà

Il problema: Sembra che la libreria per interfacciarsi a Tracker sia un pochino scarna e che i developer debbano fare salti mortali per utilizzare tracker.

Come viene ribadito da più parti inoltre, l’utente finale non è contento se sul suo computer gira tracker, strigi, beagle, whatever e trova le cose. L’utente finale è contento SE trova le cose. Fine.

Il developer è contento se può utilizzare delle librerie che gli permettono di integrare nei sui programmi le funzionalità di ricerca di un motore di ricerca qualsiasi. Meglio se tutti scrivendo codice una volta sola.

Soluzione: Sembra che non sia ancora chiaro che i ragazzi dei vari motori di ricerca, si sono incontrati in IRC per tentare di definire uno standard con cui interfacciare tutti i loro programmi di ricerca, in modo tale da dare al developer la possibilità di scrivere il codice una volta sola ed interfacciarsi con tutti i programmi, ed agli utenti di non preouccuparsi di quale engine utilizzare, ma semplicemente di sceglierne uno.

L’interfaccia è Xesam. E’ un work in progress e non sarà pronta per dopo domani, tuttavia è la direzione giusta

Tutti gli sforzi sono concentrati nel produrre una cosa sensata, con i vari wrapper (leggi glib e qt) in modo tale da avere uno sfondo comune collaborativo.

Quindi, l’idea fondamentale è:

  1. date una mano se potete/volete/riuscite
  2. aspettate fiduciosi (ok, forse trepidanti) 😉

La Fibra che ride

Contribuisco con la mia piccola parte al meme lanciato da Stefano Quintarelli per tentare di parlare della FIBRA in Italia.

ripreso da Beppe ed anche su Punto Informatico .

Lo vedo molto tecnico come argomento, e servirà parecchia capacità espositiva per spiegarlo a tutti.

Tuttavia per chi non vuole leggere tutta la storia basterà dire che la strada giusta è la FTTH (Fiber to the home).

Perchè:

  1. E’ più economica del rame (meno guasti) nel lungo termine
  2. ha maggiore velocità e non ci sono i problemi di interfaccia col vecchio rame.

Perché no:

  1. Costa e come al solito i soldi non ci li vuole mettere nessuno e nessuno (dei nostri fenomenali dipendenti) sembra prendere questo problema sul serio.

L’altra faccia del Sud

C’è un problema in Italia. Abbiamo un governo di centro Sinistra che carica le persone con la polizia

Video

Il problema è l’emergenza rifiuti. C’è gente che tenta di savalguardare un patrimonio naturale, che ha dalla sua parte la legge nonché la sentenza di un giudice.

Ci sono 8 sindaci che cercano di mediare il problema.

Poi c’è la risposta della polizia. Di solito l’Italia è lenta alle sollevazioni popolari, ma non sorda. E l’onda partirà, prima o poi.

Se Amato non si è ancora dimesso da Ministro dell’interno, come sarebbe opportuno, visto che la polizia HA caricato dei Cittadini Italiani che chiedevano che un LEGGE venisse rispettata, è meglio che ci pensi.

Io voglio un referendum per sbatterli Fuori tutti.

Non c’è un modo per ottenere un ricambio di tutti i politici con un colpo solo?

Qualche avvocato costituzionalista in ascolto?

Chicken chicken chicken

Chicken chicken chicken.

E’ geniale. soprattutto la fine.

G8 Genova e coercizione delle manifestazioni

Che il G8 di Genova è stato un episodio realmente inquietante,

che persone sono state malmenate senza alcuna ragione,

che i black block erano in conbutta con le forze dell’ordine

che …..

sono tutte cose che sono state lette in giro, da testimonianze delle persone che c’erano e che vengono ogni volta additate come fandonie.

Anche la condanna emessa da un giudice dello Stato che impegna il ministero a risarcire i danni causati a manifestanti pacifici verrà interpretata nello stesso modo?

No.

Non viene interpretata o ripresa. Tutto passa sotto silenzio stampa in tutte le maggiori testate giornalistiche.

Tuttavia esistono i blog e la rete. E quindi alcuni link.

via gennarocaruteno

via lastknight

Show me the money

La microsoft finanzia con un milione di dollari tre centri d’eccellenza in italia.

via Punto-informatico

Quindi sembra una cosa buona, soldi che entrano per creare dei centri di innovazione sull’ IT.

Tuttavia il diavolo, come al solito è nei dettagli.

Il problema è che dopo questi stanziamento la Microsoft non finanzierà + nulla, e che i soldi verranno presi da quelli che pagano le tasse. Io non voglio che i miei soldi vadano a finanziare un centro di eccellenza Microsoft.

Non lo voglio per i formati aperti, non lo voglio perché il software proprietario targato Microsoft è una trappola, non lo voglio perché non è utile alla Nazione.

Potrebbero invece aprire dei centri d’eccellenza finanziati dallo stato che puntino solo su software Opensource con l’idea di migrare tutti i computer dello stato da Win a Linux.

Risparmiando i soldi, che potrebbero essere investiti in simili iniziative.

Fanno sempre la scelta sbagliata. E’ disarmante.

Cambiare noi per cambiare il clima

Citazione:

If we continue to do what we are doing now, we are in deep trouble”

Ogunlade Davidson, IPCC

Se non cambiamo modo di fare le cose, è semplicemente finita.

Sta a noi. Spegniamo le luci ed usiamo la bici, sperando che l’Europa riesca a fare la mossa giusta a Bankgog

Arezzo goes OpenSource

Dopo una breve chiacchierata su IM scopro che il comune di Arezzo sta seriamente pensando di migrare al software libero. Uno dei progettisti di questa migrazione è Angelo Compagnucci, un amico di vecchia data, conosciuto tra i pinguini camerti del camelug.

Angelo è nel gruppo di migration manager, gruppo di ragazzi che si occupa di questo settore.

Quindi, buona fortuna ragazzi, e svecchiate un pò la nostra amministrazione (facendoci risparmiare un pò di soldi 😉 )

Go Arezzo Go (Open Source)!

Dell ha scelto ubuntu

Sembra che Dell abbia scelto ubuntu!

Tutta la blogosfera è in movimento….

via Desktop Linux

via jamiemcc

Realmente interessante la proposta di Ubuntista!

Vedremo… io aspetto… 😉

Speriamo che supportino i driver open ed il supporto sia a livello kernel vanilla. Così qualsiasi distro gira egregiamente! 😉

update:

E’ ufficiale

Quote:

“Dell updated its policy on driver support of new Linux desktop and notebook products to use open source drivers in kernel.org where possible”

Questo era quello che volevo sentire!!! 🙂

© 2017 Train of Thoughts

Theme by Anders NorénUp ↑

By continuing to use the site (scrolling or clicking counts), you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close