MonthFebruary 2009

Leonardo e l’arte del posporre

Uomo vitruviano

Uomo vitruviano

Un bel pezzo su Leonardo lo trovate sul chronicle :

If creative procrastination, selectively applied, prevented Leonardo from finishing a few commissions — of minor importance when one is struggling with the inner workings of the cosmos — then only someone who is a complete captive of the modern cult of productive mediocrity that pervades the workplace, particularly in academe, could fault him for it.

Productive mediocrity requires discipline of an ordinary kind. It is safe and threatens no one. Nothing will be changed by mediocrity; mediocrity is completely predictable. It doesn’t make the powerful and self-satisfied feel insecure. It doesn’t require freedom, because it doesn’t do anything unexpected. Mediocrity is the opposite of what we call “genius.” Mediocrity gets perfectly mundane things done on time. But genius is uncontrolled and uncontrollable. You cannot produce a work of genius according to a schedule or an outline. As Leonardo knew, it happens through random insights resulting from unforeseen combinations. Genius is inherently outside the realm of known disciplines and linear career paths. Mediocrity does exactly what it’s told, like the docile factory workers envisioned by Frederick Winslow Taylor.

Leonardo inseguiva in maniera costante le sue passioni e la priorità con cui seguiva i progetti non era dettata dalla commissione o dal lavoro che stava svolgendo, bensì dal suo interesse momentaneo. E finiva pochissime cose, quasi nulla. Ma ne iniziava tantissime.

Berlusconi radioattivo

Berlusconi ha firmato l’accordo con il governo francese per costruire delle centrali decadenti, che costano una marea di soldi e non sono per niente utili.

Ne parlavo già qui ed in più avevo lanciato una serie di domande a Scajola in quest’altro post.

La tecnologia del futuro per avere uno zoccolo costante di energia è la geotermia avanzata, no il nucleare che invece è semplicemente costoso, pericoloso e portatore di scorie radioattive.

E’ tristissimo vedere come questo governo sia così inetto ad operare una scelta corretta.

Una scelta del genere può essere spiegata solo in due modi:

  • personale  tornaconto di B. o di amici del B.
  • completa stupidità e inadeguatezza di coloro che devono scegliere il futuro energetico della nazione.

B. e questo governo passerà, tuttavia le scelte errate che hanno fatto saranno una pesante eredità per il sistema di produzione elettrico italiano.

Chi ha corrotto David Mills?

Dal blog di Antonio Di Pietro

David Mills è stato condannato nell’indifferenza mediatica più assoluta. Nessun partito, ad eccezione dell’Italia dei Valori, ha chiesto le dimissioni del premier poiché la condanna di Mills avrebbe condannato anche Berlusconi come corruttore se non fosse stato emanato il lodo Alfano. Ma questo è il dito, guardiamo alla luna: David Mills mentì in processi come quello sulle mazzette alla Guardia di Finanza di Milano, sui fondi neri di Fininvest, dirottati in società off-shore per evitare il fisco, sui finanziamenti illeciti (e quindi ancora evasione) al Psi di Craxi.

Mills mentì per falsare il corso di processi che potevano portare, evidentemente, alla condanna del corruttore (Berlusconi) che in quei processi era anche indagato come evasore.

In Italia di questa cosa, a parte l’Italia dei Valori (ed io spero che questo lavoro venga premiato dagli elettori alle prossime elezioni) non se ne è interessato nessuno. Io credo che il fatto sia estremamente grave e dia una chiara idea dell’idea di giustizia che hanno questi signori. Se volete vedere che copertura ha invece avuto a livello internazionale, dato una letta a questo post di alessio.

Il punto è che ad Aprile, non sò ancora che giorno, Silvio và a Londra a ratificare un accordo che prevede tra l’altro la lotta ai paradisi fiscali (che lui in passato ha usato).

Non sembra che il nuovo segretario del PD abbia ascoltato il suggerimento fornito da leonardo

Secondo me è una buona idea, ed avere un cartello con scritto:

Chi ha corrotto David Mills

Chi ha corrotto David Mills?

potrebbe essere una buona idea.

Averne tanti e creare una piccolo gruppo di gente con lo stesso cartello potrebbe essere interessante. Io sono a Cambridge, ma se riusciamo ad organizzare un gruppetto tento di venire giù :).

Se siete interessati ed Londra in quel periodo fatemelo sapere che magari riusciamo ad organizzarci.

A tutta ronda

Questo è realmente inquietante.

In pratica dei cittadini che si sentono giustizieri e che vogliono combattere la criminalità possono aderire volontariamente a queste ronde per “rendere più sicure le nostre città”.

In un paese dove ci sono le Forze di Polizia, I Carabinieri, la Guardia di Finanza e varie altre forze da cui ho preso multe in quantità sono realmente necessarie queste ronde?

Se queste forze sono non sufficienti, nonostante l’Italia sia uno dei paesi più militarizzati al mondo non sarebbe il caso di capire il perchè?

Se il problema vero è la scarsità dei fondi unito alla lunghezza della macchina della giustizia non converrebbe fare una riforma per rendere tutto più veloce e funzionale?

A differenza di queste, che rimangono comunque fatte da professionisti che hanno ricevuto un addestramento adeguato per svolgere la funzione di ordine pubblico, le ronde sono costituite da cittadini che vogliono aiutare la comunità ad essere più sicura.

Esiste sicuramente il rischio che queste ronde diventino tuttavia soltanto uno strumento per fare del male a qualcuno o  farsi del male, o semplicemente essere costituite da qualche razzista o fascista represso che ottiene un modo legale per picchiare qualche extracomunitario.

Poi la politicizzazione della sicurezza non è ridicola? I criminali non sono nè di Destra nè di Sinistra, ma sono persone che infrangono la legge e che devono essere processate. Politicizzare la sicurezza è semplicemente stupido e fuorviante.

La sicurezza non è di Destra nè di Sinistra. La sicurezza dei cittadini di uno stato e delle persone che si trovano all’interno dei suoi confini deve essere garantita dalle strutture dello stato che fanno rispettare la legge.

Non gruppi sparuti di cittadini impauriti che girano con cellulari di giorno, e sicuramente, con spranghe e mazze da baseball di notte. Altrimenti diventa il far-west.

Ma il ministro Maroni, l’azzanatori di caviglie di poliziotti, forse questi aspetti non ha avuto tempo di considerarli.

Credit crunch in cartoons

Pretty cool video which explains the credit crunch in a simple and clear way.

Autoritratti e considerazioni

Un pezzo scritto realmente bene su wittgstein . Devo dire che mi ci ritrovo in maniera quasi completa. E che la chiusa finale mi ha davvero strappato un sorriso. Da leggere, consigliato.

Royal Mail random picking

So, I sent three letters three with the same quantity of stamps and I sent them from the same mail box.

One of them come back with a label claiming that:

“there isn’t enough postage on this Airmail item so we are returning it to you”

So why 2 of 3 were ok if it was the same postage from the same mailbox?

Who knows…. Maybe they are going to come back later on…

La porta che non c’è

Veltroni si dimette dopo la sonora sconfitta in Sardegna e dopo quella in Abruzzo e dopo quella Nazionale e dopo tutte le altre…

Veltroni: “Me ne vado senza sbattere la porta”

La domanda è: C’era la porta?

Io propongo di candidare come segretario l’uomo ragno. Oppure Sandokan. Oppure Berlusconi, così almeno la cosa è palese e non ci sono più problemi sull’unica cosa dell’identità del PD.

Così la gente capisce realmente che cosa è il PD e se ne và.

Oppure cambiare il PD dall’interno? E cambiare completamente il gruppo dirigente?

Con Renzi? Civati? Cuperlo? Scalfarotto? Valere? Ed ovviamente non vorrei insistere ma anche l’uomo ragno, Sandokan e la Signora Fletcher per ovviare agli intrighi di palazzo.

Do the evolution

Happy birthday Charles 🙂

Genetic tree

Insulin phylogenetic tree obtained with ensembl

Tracker 0.6.90 is out

tracker logo
Quick note: Tracker 0.6.90 is out.
Check it
build it 🙂

Initial support for Xesam…

© 2017 Train of Thoughts

Theme by Anders NorénUp ↑

By continuing to use the site (scrolling or clicking counts), you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close