Tagrenzi

Il treno è partito

Ho seguito, in streaming, la tre giorni alla stazione Leopolda di prossimaitalia con molta curiosità. Devo dire che a caldo sono estremamente contento dei contenuti e degli interventi. Civati e Renzi sono riusciti a creare uno spazio di confronto, dove il punto focale è sempre stato sugli argomenti e sui contenuti.

Innanzitutto la possibilità di seguirla in streaming ha fatto si che si potesse essere presenti anche grazie la bacheca virtuale di Facebook.

Il formato 5 minuti con vari video intervallati (quando partivano ehm..) credo che sia stato un buon compromesso. Gli interventi che ho più apprezzato sono stati quelli sulla riforma fiscale, sull’importanza della meritocrazia , sull’integrazione come contaminazione e non come assimiliazione e sul respiro europeo che alcuni hanno avuto.

La cosa più importante forse è che il lavoro non si conclue ma inizia, ed il sito prossimaitalia.it sarà quello che verrà utilizzato come contenitore e strumento per elaborare nuove idee politiche, per vagliarle e per votarle.

In pratica uno strumento a disposizione per disegnare la prossima italia. Ed io una piccola mano la voglio dare, quindi mi sono già registrato.

I contenuti ci sono, il PD c’è e le persone sono pronte. Morbidamente traghetteremo la Nazione nel terzo millenio.

Update: Piccolo video sulla Leoopolda

Novembre rivoluzionare

E’ con grande interesse che seguirò gli sviluppi del’iniziativa portata avanti da Civati e Renzi a Firenze, dal 5 al 7 Novembre.

La cosa interessante è che il focus sarà sui contenuti e l’intervista di Renzi all’unità fa ben sperare.

Un argomento che mi piacerebbe venisse affrontato è la proposta di un Piano Energetico Nazionale, quali strategie e quali tecnologie. Le centrali nucleari proposte dal governo Berlusconi sono costose, controproducenti e non risolvono nulla. Questa è la storia di quello costruito in Finlandia, per giusto dare un esempio.

Nel frattempo Bersani ha chiesto le dimissioni del presidente del consiglio, in maniera diretta. Non si può tenere sotto sequestro il parlamento per sempre solo per cercare di salvare B. dal costante flusso di guai, comportamenti inaccettabili ed adirittura crimini, quando il paese versa in situazioni catastrofiche e serve un governo forte e saldo capace di guidare il paese fuori dalla crisi..

Il civismo e ed il rispetto delle regole, che traspaiono in maniera evidente da questa intervista ad Onida, uno dei candidati alle primarie come sindaco per il PD di Milano, fanno capire immediatamente la voragine abissale tra due modi di interpretare un impegno di tipo pubblico e di come rispettare gli altri.

Un’affermazione non banale nel paese che si è classificato come 67 nella classifica dei paesi più trasparenti.. Subito dopo il Ruanda.. cioè per dare un’idea.

E’ ora di staccare la spina e iniziare a muoversi ed in fretta. Forse Novembre sarà caldo, e questa volta non è il cambiamento climatico. Il resto, lo ha scritto Concita De Gregorio sull’unità.

© 2020 Train of Thoughts

Theme by Anders NorénUp ↑

By continuing to use the site (scrolling or clicking counts), you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close