Tagenergia rinnovabile

Detrazione del 55% sulle energie rinnovabili non verranno cancellate

Il governo berlusconi aveva proposto di eliminare le detrazioni del 55% volti a lavori per migliorare l’efficienza energetica, come per esempio l’installazione di pannelli fotovoltaici.

Oltre che voler applicare questa norma in modo retroattivo togliendo il finanziamento a chi lo aveva ottenuto negli anni scorsi, c’era la chiara intenzione di rendere l’iter burocratico molto più complesso (come il silenzio diniego in 30 giorni) e limitare i tetti di spesa.

Il Kuda aveva lanciato una campagna contro questa idea, con un incatenamento simbolico a cui questo blog ha aderito.

Sembra che ci siano buone notizie: le proposte di modifica saranno stralciate e quella legge non verrà distrutta.

Come fa notare lo stesso Kuda questa è una vittoria, nonostante si sia combattutto in linea difensiva per chiedere il non smantellamento di una buona legge.

Una Rondine non fa primavera ma aiuta

Il fotovoltaico a concentrazione è uno dei possibili modi per produrre energia economica in maniera efficiente competitiva.

A Ferrara hanno inventato il Rondine che permette di concentrare di ben 32 volte l’energia solare. La prossima versione dovrebbe riuscire ad arrivare a 200 soli.

Tutta la storia su Network Games

Quoto la parte finale, che condivido pienamente:

Confronto: una sola centrale nucleare (bufala) alla Scajola ci costa almeno quattro volte, sono soldi che vanno a Edf e Areva francesi e non generano niente. Salvo elettricità cara e scorie insostenibili.

Un miliardo sul futuro contro 4 e passa miliardi (40 minimo per 10 centrali nucleari primitive) per una tecnologia inefficiente e pericolosa.

Petizione Contro il Nucleare

Il nucleare di terza generazione (quello disponibile oggi) non è sicuro e non è economicamente conveniente.

Non è sicuro per il problema delle scorie radioattive e per le connessioni con le sue applicazioni dal punto di vista militare.

Non è economico perchè l’uranio è un combustibile fossile di cui l’Italia non è ricca e che subirà un picco come quello petrolifero. Il nucleare non è rinnovabile. E l’Italia rimarrebbe dipendente da altri paesi.

C’e’ una petizione qui. Io l’ho firmata.

Chiunque vinca queste elezioni truccate non deve percorrere la strada del nucleare ma quella del solare termodinaco e del geotermico.

Date un occhio a questo video .

© 2020 Train of Thoughts

Theme by Anders NorénUp ↑

By continuing to use the site (scrolling or clicking counts), you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close