La proposta Scalfari ed il no di Marino

Valla scrive in un commento:

spiegami il fatto che si oppone alla proposta di regola per cui vince le primarie chi ha preso più voti, e non colui che prende il 50%+1. lui sa bene che molto difficilmente supererà il 50% delle preferenze nazionali,e magari qualche suo consigliere “pesante”, diciamo anche gente come Goffredo Bettini,gli suggerisce che i suoi voti possono essere molto spendibili sul piatto delle trattative per far girare l’asticella della vittoria tra Franceschini e Bersani. Se vuole fare l’innovatore che non deve rendere conto a nessuno lo deve fare davvero,non che prende per il culo gli elettori.

http://www.gdonline.it/web/blog.asp?b=317

Due cose:
una: Marino corre per diventare segretario del PD. Per far succedere cio’ servono il 51% dei voti delle primarie. Le primarie hanno dato gia’ altre grandissime soprese e la base ed i simpatizzanti del PD sono anni piu’ avanti dei gruppi dirigenti. Vedi Renzi a Firenze.

Quindi questa storia che Marino arriva terzo e’ una possibilita’, ma e’ anche possibile che Marino non arrivi terzo.

due: la polarizzazione. La mossa di proporre come vincitore quello che ha preso piu’ voti alle primarie e’ semplicemente un modo abbastanza sporco di affossare la mozione Marino e costringere gli elettori a fare una scelta di campo tra Franceschini e Bersani urlando “voto utile voto utile!!!”

Molte persone che conosco votano Bersani per salvarsi da Franceschini e ce ne sono altre che votano Franceschini per non far vincere Bersani; con le primarie strutturate cosi’ il voto dato a Marino e’ un win-win. Le idee e la forza propulsiva della mozione vengono catapultate dentro al PD ed il partito cambia davvero. Ed il segretario, chiunque sia dovra’ portare avanti le idee chiare della Mozione Marino per avere il supporto della Mozione e dei delegati.

Non c’e’ niente di strano in questo. Si firma lo stesso tipo di idee e di politica e si converge sul voto. In maniera trasparente. Le idee della Mozione Marino li trovate qui, sono sempre quelle e rimarranno quelle.

Last but not least: l’appoggio alle candidature e’ stato firmato secondo le regole che ci sono ora e queste regole (che sono un macello, ma ci sono…) devono essere rispettate. Questo credo che va da se. Tre persone, anche se candidati segretari non possono cambiare le regole (e non ne hanno il diritto.)

Infatti le primarie servono principalmente ad eleggere i delegati per l’assemblea che poi eleggono il segretario. Se un candidato prende il 51% diventa segretario perche’ l’asssunto e’ che il 51% dell’assemblea votera’ in suo favore e quindi sara’ il segretario de facto. L’assemblea e’ l’organo di auto controllo del PD, la quale ha alcune funzioni tra le quali cambiare lo statuto.

Voltete dei delegati Mariniani che supportano delle precise idee li’ dentro, oppure delle persone messe li’ da Bersani o Franceschini?

A queste primarie e’ possibile ottenere un risultato del tipo: Candidato A 34% Candidato B 32 % Candidato C 34%. Chi lo fa’ il segretario?

Votate Marino e fatelo votare. Fa bene al PD fa bene all’Italia.

2 Comments

  1. sì ho capito, tutto molto figo.
    ma non ho capito l’ultima frase.
    se uno prende il 45% l’altro il 30% e l’altro il 25%,possibile perché sto giro sembra sia davvero la prima volta che si fanno le primarie in questo partito(no come Prodi o Veltroni), allora chi diventa segretario?
    l’assemblea è espressione percentuale delle mozioni,a quel punto sarà essa a trovare la soluzione e dare un segretario. si ricshieranno così anche delle belle scazzottate,se va bene,o delle belle inciuciate se va male.
    Tanto per ora solo il 51% conta e nn so se Bersani ce la fa.
    non ti tirerebbe il culo,e spero davvero che non succeda,se Marino prende il 45% ma non viene eletto, mentre poi in assemblea le altre 2 mozioni si mettono d’accordo?
    lo sai che le regole le hanno fatte apposta per non far funzionare il pd, per una volta che si trovava il modo condiviso per farlo funzionare,per far governare sto partito l’uomo furoti dagli schemi si impunta?

    oh speriamo bene, che ti devo dire.

    • Valla te c’hai ragione. 45% 30% e 25% è molto probabile.

      Il punto è che se iniziamo a nn rispettare più le regole ognuno potrebbe fare così come gli pare. Il che è un pò troppo Anarchico per un Partito.

      Marino, Bersani e Franceschini mi sembrano delle persone serie. E sembra che credano fermamente nel progetto del PD.

      Io posso solo votare Marino e sostenere, aspettare i risultati dei voti e vedere poi che succede.

      Una cosa è sicura, Marino ha già rifiutato accordi strani e pretende la massima trasparenza.

      Più delegati porta più la cosa sarà chiara.

Leave a Reply

© 2020 Train of Thoughts

Theme by Anders NorénUp ↑

By continuing to use the site (scrolling or clicking counts), you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close